Unseen 2016

Unseen 2016

Ovvero “Racconto della mia visita all’opening di Unseen 2016, annuale fiera di fotografia di Amsterdam”. La fiera si dimostra fin da subito organizzata in modo impeccabile con costante attenzione nei dettagli. In particolare ho trovato interessante l’approccio di Unseen verso i visitatori: è stata persino dedicata una piccola sezione della... Continua »
El organo Oriental

El organo Oriental

Un altro progetto finito, un’altra storia da raccontare. Questa volta si tratta di ELOO, El Organo Oriental, un’installazione progettata dall’artista Antonio Guzman e presentata da Framer Framed ad Art Rotterdam, nella sezione Instersections, area dedicata alle gallerie emergenti. Svariate sono le entità che hanno preso parte a questo progetto, come... Continua »
12 ore di attimi

12 ore di attimi

Il mio ultimo articolo su Artitudes risale a due mesi fa e ha coinciso anche con la mia prima critica. Era rivolto ad una galleria specifica di Amsterdam, la W139. Ecco il link Da allora ho deciso che il prossimo pezzo da pubblicare avrebbe dovuto recensire una mostra non solo bella, ma... Continua »
All you need is ..pee.

All you need is ..pee.

Quando Mediamatic mi ha proposto di collaborare a un progetto artistico sulla pipì (sì, pipi, avete capito bene) la mia reazione non è stata delle migliori come potete immaginare. Anch’io facevo parte di quella grande fetta di popolazione che considera la pipì come una sorta di tabù sociale: quella cosa... Continua »
Amsterdam Drawing e l’incognita delle fiere d’arte.

Amsterdam Drawing e l’incognita delle fiere d’arte.

Le fiere d’arte contemporanea sono sempre un terno al lotto. La celebre massima “La vita è come una scatola di cioccolatini: non sai mai cosa ti capita” potrebbe tranquillamente riferirsi alle fiere d’arte, su questo non c’è dubbio. Altro che delusioni d’amore e licenziamenti! La scatola dei cioccolatini e l’incognita... Continua »
William Kentridge crea dipendenza.

William Kentridge crea dipendenza.

Quando si va a scuola si tende a non prendere seriamente quello che ci viene insegnato. O meglio, lo si studia, lo si memorizza attentamente, ma non lo si esperisce davvero, come se il materiale scolastico fosse destinato a rimanere nel “compartimento studio”, riposto in un cassettino della nostra memoria.... Continua »