LOOK/15: perché Liverpool non è solo il museo dei Beatles

LOOK/15 Exchange, è il festival internazionale di fotografia che la città di Liverpool ospita annualmente. Reduce dall’inaspettato (ma meritatissimo) successo della scorsa edizione, LOOK torna più splendente che mai con tre soggetti centrali che i fotografi di tutto il mondo hanno qui sviluppato: le donne, la memoria e la migrazione, ovvero alcuni dei protagonisti indiscussi della fotografia di ogni epoca. Perché?

Emma Smith, Executive Director del Festival, placa ogni forma di protesta verso la scelta di temi all’apparenza inflazionati, sottolineando l’accento provocatorio che quest’anno il Festival ha assunto: essi sono dopotutto la vera sfida, la conferma del talento fotografico, in quanto spingono l’artista a superare l’immaginario comune legato ad essi e ad emergere attraverso nuove forme e idee, mai sperimentate prima.

LOOK/15 appare come un intreccio multicolor di storie, epoche, estetica. Donne, società, migrazione, figli abbandonati, memoria, cambiamento. Ogni galleria o museo della città dà il suo contributo attivo, attraverso una dettagliata mappatura espositiva che il visitatore può esplorare giorno dopo giorno.
Le super star non mancano, molti sono i fotografi famosi che espongono in questa occasione: da Martin Parr a Tricia Porter, da Blossfeldt a Ray-Jones, solo per citarne alcuni.
Nei giorni che seguiranno Artitudes condividerà con i suoi lettori il proprio percorso alla scoperta del Festival LOOK e della splendida città che lo ospita, Liverpool. La mappa che segue è frutto di un’accurata selezione che permette di focalizzare l’attenzione su alcune delle esposizioni fotografiche che ci hanno colpito maggiormente.
Stay tuned!

copertina itinerario

Precedente All the World's Futures. Opening of the 56. International Art Exhibition in Venice.Tutti i futuri del mondo. Vernice della 56. Biennale d'Arte di Venezia. Successivo LOOK/15's first stage: photography made in EnglandPrima tappa di LOOK/15: la fotografia made in England