La Carica dei 1199.

La Carica dei 1199.

La rinuncia non è sempre una scelta da persone codarde. Ci sono situazioni in cui è d’obbligo un esame di coscienza, una serrata e (il più possibile oggettiva) analisi delle proprie capacità e conoscenze: se queste non rispecchiano i requisiti richiesti, rinunciare diventa una scelta coraggiosa, non codarda. Significa, dopotutto,... Continua »
L’infinito nella possibilità

L’infinito nella possibilità

Il Guggenheim Museum di New York ha ospitato nelle scorse settimane “Infinite Possibility”, la prima personale americana di Monir Shahroudy Farmanfa, artista Iraniana dall’età piuttosto inoltrata (90 anni), ma dall’animo fresco di fanciullo (come ogni artista che si rispetti). Quando il pubblico entra per la prima volta nella galleria viene... Continua »
The Blue(coat) is the new black.

The Blue(coat) is the new black.

The Bluecoat è l’edificio più antico di Liverpool e uno degli spazi artistici più conosciuti della città. In occasione del festival LOOK/15 ospita tre esposizioni fotografiche differenti tra loro ma in un certo senso affini. Dico “affini” perché, nonostante gli stili agli antipodi, se accostate, le tre mostre sembrano quasi... Continua »
Prima tappa di LOOK/15: la fotografia made in England

Prima tappa di LOOK/15: la fotografia made in England

La mostra, in occasione del Festival Internazioniale di Fotografia di Liverpool, presenta le opere di due talenti indiscussi, l’uno ispirazione dell’altro: Tony Ray-Jones e Martin Parr. Stesso sangue inglese, un decennio di differenza. Il primo voyeur invisibile con un’ossessione per la compozione armonica, il secondo ritrattista sociale, più vicino ai... Continua »
LOOK/15: perché Liverpool non è solo il museo dei Beatles

LOOK/15: perché Liverpool non è solo il museo dei Beatles

LOOK/15 Exchange, è il festival internazionale di fotografia che la città di Liverpool ospita annualmente. Reduce dall’inaspettato (ma meritatissimo) successo della scorsa edizione, LOOK torna più splendente che mai con tre soggetti centrali che i fotografi di tutto il mondo hanno qui sviluppato: le donne, la memoria e la migrazione,... Continua »
Tutti i futuri del mondo. Vernice della 56. Biennale d’Arte di Venezia.

Tutti i futuri del mondo. Vernice della 56. Biennale d’Arte di Venezia.

Cosa ci riserva il mondo futuro? La risposta della Biennale non sembra così rassicurante: la sensazione generale emersa durante l’opening di questi giorni è piuttosto cupa, ombrosa, quasi apocalittica. A tratti malinconica. Arsenale, giardini: tutti gli spazi espositivi si susseguono in una danza visiva pervasa dai velati rimpianti dell’uomo di... Continua »
Zhang Weixing e la sua memoria fredda

Zhang Weixing e la sua memoria fredda

La revisione di The Temperature of Memory è stata per me una sfida. Quest’articolo non si voleva scrivere. Nonostante le mie puntuali revisioni, le pause di riflessione, i tagli chirurgici al testo, le imprecazioni soffocate, le imprecazioni a gran voce, i neologismi coniati ad hoc per offendere il povero Zhang... Continua »
“Who ya gonna call?”

“Who ya gonna call?”

Sogni, inconscio, impulsi sconosciuti. Sotto la patina di superficiale coscienza, si nasconde un mondo di fantasia profonda, un mondo oscuro, sublime, colorato e stravagante. Nella mostra di ‘From the Depth’, “dal profondo”, Ben Godward accoglie i visitatori nelle più profonde pieghe della sua fantasia, mostrando a loro un mondo onirico... Continua »
Inception: il mondo onirico di Roland Darjes

Inception: il mondo onirico di Roland Darjes

Il lato positivo nel lavorare all’interno del distretto M50 di Shanghai è che qui l’arte si trova davvero dappertutto e, a volte, ti coglie alla sprovvista. A volte capita che tu stia semplicemente camminando un po’ assonnata per raggiungere la galleria in cui lavori. Capita che tu, presa da improvvisa... Continua »
27 metri cubi di opportunità

27 metri cubi di opportunità

Chi gravita attorno al mondo dell’arte pubblica veneziana sa quanto sia difficile ritagliarsi uno spazio, fare un progetto di qualità e avere il proprio successo. Spesso è frustrante credere ciecamente in qualcosa e poi vedere che nonostante tutti gli sforzi, l’obsoleta burocrazia ostacola tutto a prescindere dalla validità della proposta.... Continua »